Il sito usa cookie tecnici per il suo funzionamento. Da questo sito, a tua scelta puoi usare servizi di terze parti che potrebbero fare uso di cookie propri. Continuando nella visita accetti l'utilizzo dei cookie.

Cerca in Astronave

Canale Video Pegasus

Solo Risvegliandoci...

"E' in corso uno sforzo concentrato per prevedere e gestire il comportamento umano in modo che gli scienziati sociali e l'elite dittatoriale possano essere in grado di controllare le masse e proteggersi dalle ricadute di un'umanità libera completamente risvegliata. Solo risvegliandoci ai loro tentativi di metterci a dormire noi abbiamo una possibilità di preservare il nostro libero arbitrio."
Nicholas West


Scie Chimiche

Chi ci avvelena dal cielo?

Giù le mani dalla Madre Terra

 

Giù le mani dalla
Madre Terra

Questa è una campagna globale per
difendere la nostra casa unica e bellissima,
Pianeta Terra, la minaccia rappresentata
dagli esperimenti di geo-ingegneria


RSOE EDIS - MAPPA

Conformismo ed Esperimento Ash

Conformismo ed Esperimento Ash

tratto da: http://www.anticorpi.info

di G. Prescott
Traduzione di Anticorpi.info

Alcune volte ti senti poco 'accordato' alla società? Ti senti a disagio se vedi al supermercato qualcuno con il carrello pieno di alimenti malsani, o se realizzi quanto profondamente il tuo prossimo sia propenso a seguire il 'trend'?
Sei più portato a seguire un percorso individuale, piuttosto che quello comune? Se hai risposto di SI anche ad una di queste domande, sappi che non sei solo!

Tendenze conformistiche.

Gli individui che si sforzano di adattarsi e conformarsi alla società sono tra le persone più asservite e controllate al mondo. Tendono a seguire il gregge e dipendono dalle opinioni altrui, in quanto formano l'opinione di se sulla base dell'opinione altrui. Si sentono più preoccupate da ciò che gli altri pensano di loro che del proprio personale sentire.

Per i conformisti, il solo sistema di fare autocritica è immaginare in che termini le altre persone possano percepire i loro comportamenti.

 Asch: l'esperimento di conformità.

Ad alcuni di noi accade di realizzare che la maggior parte di ciò che ci è stato insegnato sotto forma di materia scolastica con il nome di Storia, è una bugia o una forma di propaganda. Gran parte della nostra vera storia - anche in merito alle nostre origini - è stata occultata, nonostante esistano molte prove concrete che l'uomo viva sulla Terra da molte centinaia di migliaia di anni. Ciò fa parte del lavaggio del cervello che riceviamo attraverso il sistema di indottrinamento comunemente indicato come Pubblica Istruzione. Se si mette in discussione ogni storia ufficiale che ci è stata insegnata a scuola, si viene guardati dall'alto in basso, in quanto non conformi alle aspettative di apprendimento che il Potere persegue con l'uso della propaganda.

Da studenti tendiamo a non mettere in discussione l'autorità e accettare di buon grado come veritiere le lezioni del nostro docente. Le nostre menti sono costrette a incamerare acriticamente le nozioni in quanto impegnate verso il raggiungimento della promozione e del pezzo di carta.

Quando la maggior parte delle persone si conforma alle aspettative del gruppo anche sapendo che si tratta di aspettative sbagliate, in psicologia è definito esperimento di conformità di Asch.

Nell'ambiente dell'istruzione abbiamo gli studenti che si conformano alle aspettative dei docenti, ed i docenti che si conformano ad insegnare nozioni propagandistiche, dovendo sottostare a ordini del giorno che includono l'obbligo di adottare una serie di libri di testo sponsorizzati dallo stato.

L'industria medica non è diversa. Secondo il dottor Leonard Caldwell esisterebbero oltre 300 terapie per la cura del cancro, eppure moltissimi medici sono tenuti per legge al'adozione della chirurgia, la radioterapia o la chemioterapia prima di eventuali misure olistiche come la macchina Rife, il THC, etc. Tutto ciò accade perché durante l'intero iter dei loro studi a questi medici non è stato mai parlato di medicina olistica, mentre li si è addestrati a utilizzare metodi arcaici funzionali a Big Pharma, la quale non cura più nulla dai tempi della poliomielite.

Se si risale a chi in origine abbia finanziato le prime facoltà di medicina insieme a Big Pharma, ci si imbatte in un solo nome: Rockefeller. La gran parte dei medici non ha idea della vera storia dietro le facoltà che ha frequentato, legata a Big Pharma, né di come i principali attori di tale storia si nascondano dietro la maschera della filantropia per ricevere agevolazioni fiscali e tutelare le loro fortune familiari. Dunque anche la gran parte dei medici è ciecamente conformata alle aspettative della società.

La complicità dei media.

Il linguaggio dei nostri media è diretto ad una massa di teste vuote e si limita ad eseguire tutta una serie di 'script' propagandistici del tutto scremati dalle buone notizie, ma chi vive 'in sintonia' con il sistema non manca mai di guardare il telegiornale su base quotidiana, per poi continuare a guardare la sua 'programmazione' preferita, che lo allontana sempre di più dal trovare se stesso.

Attraverso reality show e spot pubblicitari la gente riceve precise istruzioni su su cosa pensare, come agire, cosa mangiare, bere, ascoltare, comprare (v. correlati).

La televisione ci condiziona a pensare in un modo prestabilito, e lo fa con sistemi molto ben mimetizzati. Un tipico spot pubblicitario non vende soltanto un particolare prodotto, ma un intero immaginario e un falso bisogno sociale.

Ad esempio, il seguente spot andato in tv sta vendendo Bud Light Lime in una lattina di alluminio, ma sta anche vendendo allusioni sessuali, stereotipi, sistemi di credenze, sistemi di valori associati al target di persone verso cui lo spot è diretto.


Canale YT TakeStage

Lo stesso spot si guarda bene dal parlarvi della tossicità dell'alluminio, o delle piantagioni di luppolo e orzo OGM, o degli effetti a lungo termine causati dal consumo abituale del prodotto. Parlano al loro target di riferimento e praticamente tutti nello spot sono felici e sorridenti. Questi attori di solito partecipano a gruppi didattici in cui viene loro insegnato che per vivere bene in società sia necessario essere degli estroversi.

Perché la gente sminuisce chi non segue il gregge.

In psicologia si dice che la gente spesso rispecchi ciò che teme nell'intimo. Ad esempio, se qualcuno afferma di 'odiare' un'altra persona, di solito significa che c'è qualcosa che odia di se stesso.

Ho postato la foto in alto su una pagina Facebook, e una donna l'ha commentata con una sola parola: stupido. Al che ho visitato la sua pagina personale di Facebook, e la quasi totalità dei suoi Mi Piace sono stati destinati a vip e stelle del cinema; il che è fondamentalmente una forma di idolatria del prossimo e si riflette nella quantità di tempo che costei trascorre guardando la TV. Ho visto che possiede anche gioielli costosi e di alta moda, aspetto che mette a nudo la tendenza al materialismo. Entrambe i profili che segue appartengono a gente della politica. Per lei apparire di fronte agli altri sembra ricoprire più importanza che essere realmente di fronte a se stessa; scoprire di essere uno spirito che sta vivendo un'esperienza umana. Il giorno inevitabile in cui esploderà la bolla del dollaro, farà molte più vittime nelle persone di questo genere, che in quelle che oggi vivono fuori dal gregge. Il suo ego, la vanità, l'ignoranza e l'incapacità di essere di mentalità aperta sono tutti riflessi di ciò che teme dentro di se. In altre parole, è più facile per lei guardare al suo prossimo che guardarsi allo specchio e vedere il proprio riflesso.

Basta essere se stessi!

Il dottor Spock una volta ha detto qualcosa sulla falsariga di: "In una società folle, i folli sembrano sani di mente." (Anche Fromm - v. correlati - n.d.t.). A chi si è risvegliato, tale affermazione suona come una verità.

I non conformisti sono più propensi ad usare il proprio pensiero critico e ciò ispira delle ricerche che spesso forniscono risposte alternative rispetto a quanto propagandato da agenzie governative che si prendono cura di noi lasciandoci ingerire ingredienti nocivi come aspartame e fluoro (e lasciandoci assorbire il particolato rilasciato nell'aria delle operazioni di aerosol clandestine - n.d.t.). Coloro che non si conformano sono anche più propensi a cercare risposte dentro di se, perché hanno compreso che le risposte esterne sono spesso convenzioni, bugie o nozioni inaffidabili. Se non ti senti adatto a vivere in questa società e le tue azioni sono responsabili e rispettose, sappi che sei sulla strada giusta!


Articolo in lingua inglese, pubblicato sul sito Waking Times
Link diretto:
http://www.wakingtimes.com/2014/02/25/okay-fit-society/


Pubblicato il 21/feb/2013

Nel 1956, Asch realizzò l'esperimento che lo rese noto nell'ambito della psicologia sociale.
L'assunto di base del suo esperimento consisteva nel fatto che l'essere membro di un gruppo è una condizione sufficiente a modificare le azioni e, in una certa misura, anche i giudizi e le percezioni visive di una persona. Il suo esperimento si focalizzava sulla possibilità di influire sulle percezioni e sulle valutazioni di dati oggettivi, senza ricorrere a false informazioni sulla realtà o a distorsioni oggettive palesi.
Il protocollo sperimentale prevedeva che 8 soggetti, di cui 7 complici dello sperimentatore all'insaputa dell'ottavo, si incontrassero in un laboratorio, per quello che veniva presentato come un normale esercizio di discriminazione visiva. Lo sperimentatore presentava loro delle schede con tre linee di diversa lunghezza in ordine decrescente; su un'altra scheda aveva disegnato un'altra linea, di lunghezza uguale alla prima linea della prima scheda. Chiedeva a quel punto ai soggetti, iniziando dai complici, quale fosse la linea corrispondente nelle due schede. Dopo un paio di ripetizioni "normali", alla terza serie di domande i complici iniziavano a rispondere in maniera concorde e palesemente errata; il vero soggetto sperimentale, che doveva rispondere per ultimo o penultimo, in un'ampia serie di casi iniziava regolarmente a rispondere anche lui in maniera scorretta, conformemente alla risposta sbagliata data dalla maggioranza di persone che aveva risposto prima di lui. in sintesi, pur sapendo soggettivamente quale fosse la "vera" risposta giusta, il soggetto sperimentale decideva, consapevolmente e pur sulla base di un dato oggettivo, di assumere la posizione esplicita della maggioranza (solo una piccola percentuale si sottraeva alla pressione del gruppo, dichiarando ciò che vedeva realmente e non ciò che sentiva di "dover" dire).


Gli esperimenti Asch e Milgram e il condizionamento sociale

tratto da: http://leganerd.com/

Nel 1956 Solomon Asch (Varsavia, 14 settembre 1907 – 20 febbraio 1996), psicologo polacco naturalizzato statunitense, entra di diritto nella sfera della comunità scientifica internazionale con l’esperimento che oggi porta il suo nome, dimostrando che l’appartenenza ad un gruppo ammorbidisce il nostro senso critico, conformando il nostro pensiero e le nostre percezioni a quelle diffuse.

el video è dimostrato come di fronte ad una situazione di scontro, quello cioè tra le proprie percezioni dirette e quelle del resto del gruppo, il soggetto sia visibilmente influenzato dalle opinioni altrui, dando una risposta sbagliata ma concordante con l’ opinione del gruppo.

Nell’esperimento originale di Asch, il 25% dei partecipanti non si conformò alla maggioranza, ma il 75% si conformò almeno una volta alla pressione del gruppo (ed il 5% dei soggetti si adeguò ad ogni singola ripetizione della prova).

 

Risulta quindi come l’appartenenza ad un gruppo condizioni una nostra percezione diretta, il tutto in maniera inconsapevole.

L’esperimento Milgram

Stanley Milgram (New York, 15 agosto 1933 – New York, 20 dicembre 1984), psicologo statunitense ed allievo di Asch, nel 1961 va oltre: dimostra come un autorità possa condizionare i valori etici e morali del soggetto sottoposto.

Sempre in spoiler, l’ esperimento:

Il condizionamento qui è ancora più forte e, cosa più sbalorditiva, si scontra con le nostre radici etiche e morali, sradicandole almeno nella maggior parte dei casi.

Se i soggetti continuavano a desiderare di interrompere l’esperimento dopo la quarta indicazione l’esperimento veniva interrotto.
Oppure, veniva sospeso dopo che il soggetto aveva dato il massimo alla centralina, provocando uno shock a 450 volt, tre volte in successione.

Al termine dell’esperimento è stato rivelato che fortunatamente l’allievo stava solo simulando dolore e non ha mai sentito nulla, ma i dati non sono molto rassicuranti:

Il 65% dei partecipanti somministrò il livello finale di shock di 450 volt, sebbene si sentissero molto a disagio nel farlo. Qualcuno si fermò e mise in discussione l’esperimento, qualcun altro si informò sul denaro che avrebbe ricevuto in cambio. Nessuno dei partecipanti rifiutò di dare uno shock prima che questo raggiungesse il livello di 300 volt.

 

Conclusioni

Insomma, il condizionamento di questi famosi test che ancora oggi colpiscono per la semplicità e le raggelanti conclusioni ha una cruda bellezza: da un lato possiamo osservare un po’ più da vicino certi meccanismi mentali ancora troppo sconosciuti e remoti e forse destinati a rimanere tali, dall’altro però non possiamo che dare atto all’incredibile influenzabilità delle nostre persone.

Basti pensare a quanti non si informeranno di più su questi esperimenti, e prenderanno per vera ogni singola parola scritta dal profeta di turno… mi viene da pensare anche ai dilaganti fenomeni virali dei Meme che credo, nonostante io provi un odio profondo per quei disegnini insulsi, stiano scrivendo una pagina nella storia dell’Arte. Con la A maiuscola!

L’esperimento Milgram veniva effettuato in occasione del famoso processo contro il criminale nazista Adolf Eichmann, descritto da Annah Harendt ne “La banalità del male” più come un grigio burocrate che come un diavolo mostruoso, sottolineando appunto l’appartenenza di Eichmann e di tutti gli ingranaggi della macchina di sterminio nazista ad una forma anomala del “male”, quella del stavo solo eseguendo gli ordini. Insomma, me lo dice un capo e lo fanno tutti, che c’è di male?


Fonti:
Qui Solomon Asch e l’esperimento omonimo.
Qui l’esperimento di Milgram.


{jcomments on}

Sirius


Coloro che cercano, cerchino finché troveranno.
Quando troveranno, resteranno turbati.
Quando saranno turbati si stupiranno, e regneranno su tutto.

 

Vota questo sito in Net-Parade

 

10000 punti ottenuti

Sito d'argento

Ti piace questo sito?
Sostienilo con un voto.
Puoi votare più volte!


 

web counter