Il sito usa cookie tecnici per il suo funzionamento. Da questo sito, a tua scelta puoi usare servizi di terze parti che potrebbero fare uso di cookie propri. Continuando nella visita accetti l'utilizzo dei cookie.

Cerca in Astronave

Canale Video Pegasus

Solo Risvegliandoci...

"E' in corso uno sforzo concentrato per prevedere e gestire il comportamento umano in modo che gli scienziati sociali e l'elite dittatoriale possano essere in grado di controllare le masse e proteggersi dalle ricadute di un'umanità libera completamente risvegliata. Solo risvegliandoci ai loro tentativi di metterci a dormire noi abbiamo una possibilità di preservare il nostro libero arbitrio."
Nicholas West


Scie Chimiche

Chi ci avvelena dal cielo?

Giù le mani dalla Madre Terra

 

Giù le mani dalla
Madre Terra

Questa è una campagna globale per
difendere la nostra casa unica e bellissima,
Pianeta Terra, la minaccia rappresentata
dagli esperimenti di geo-ingegneria


RSOE EDIS - MAPPA

NON POSSIAMO FARE NULLA PER I SUPER-BATTERI RESISTENTI AGLI ANTIBIOTICI CHE PRESTO UCCIDERANNO MILIONI DI PERSONE

NON POSSIAMO FARE NULLA PER I SUPER-BATTERI
RESISTENTI AGLI ANTIBIOTICI CHE
PRESTO UCCIDERANNO MILIONI DI PERSONE

tratto da: http://www.comedonchisciotte.org/

DI MICHAEL SNYDER
endoftheamericandream.com

Le "meravigliose medicine" che stiamo usando dalla metà del secolo scorso stanno perdendo rapidamente la loro efficacia e le autorità mediche avvisano che l'emergenza dei super-batteri resistenti agli antibiotici rappresenta "una delle minacce più gravi nella storia della medicina". (1) Ovviamente le "meravigliose medicine" di cui sto parlando sono da noi conosciute come antibiotici. Queste medicine attaccano i batteri, al principio quando iniziarono a essere sviluppate negli anni '50 e '60, vennero accolte come "i miracoli" che avrebbero salvato un numero illimitato di vite.

Beh, sembra che l'ultima parola spetti alla natura. In tutto il pianeta i batteri stanno diventando resistenti a queste medicine, e gli scienziati avvisano che non possono fare davvero nulla per fermare questi super-batteri. Ogni anno che passa, questi super-batteri avanzano, e sembra non esserci all'orizzonte molta speranza di riuscire a combatterli. Infatti, a partire dal 1987 (2) non sono state inventate nuove classi di antibiotici, e al momento non ce n'è nessuna in sviluppo.

Nel frattempo, gli scienziati ci dicono che molti degli attuali trattamenti antibiotici diventeranno obsoleti attorno al 2030. Iniziate a capire perché così tanti membri illustri della comunità scientifica usano parole come "minaccia catastrofica" (3) per descrivere questa crisi?

Un articolo su questi super-batteri apparso sull'Independent (4) l'altro giorno è stato oggetto di molta attenzione in tutte le parti del mondo. L'articolo diceva che famosi medici britannici avvisano che questi super-batteri potrebbero cancellare "un secolo di progressi medici" ...

I "super-batteri" resistenti alle medicine rappresentano una delle minacce più gravi nella storia della medicina, allertano gli esperti di spicco.
Le operazioni di routine potrebbero diventare mortali "in un prossimo futuro" se i batteri si modificheranno diventando resistenti alle medicine che usiamo per combatterli. Questo processo potrebbe cancellare un secolo di progressi medici, dicono i dottori del governo in un editoriale speciale nel The Lancet Health Journal.

La cosa sembra abbastanza seria.

Quindi come sarà la vita senza antibiotici ?

Beh, prima che gli antibiotici venissero inventati se vi sbucciavate il ginocchio e sviluppavate un infezione, c'erano buone possibilità che dovessero tagliarvi la gamba ...(5)

Nel periodo prima della Seconda Guerra Mondiale ... le persone che contraevano un' infezione, dovevano tagliarla via. Si dovevano tagliare arti, dita, perché non c'erano antibiotici. E spesso, quando la gente parla del fatto che potremmo dover tornare a un'era senza antibiotici, questo è ciò che vogliono dire ... cioè che un semplice graffio nel parco giochi potrebbe diventare fatale.

Siete pronti a tornare a quei tempi?

Forse non dovrete attendere molto. Secondo un dottore molto famoso, citato dal Daily Mail (6), siamo già giunti alla fine dell'epoca degli antibiotici ...

Un membro d'alto rango del Center for Disease Control and Prevention [Centro per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione] ha dichiarato in un'intervista con la PBS, che l'era degli antibiotici è finita. "Per molto tempo, ci sono stati articoli sui giornali e copertine di riviste che ne hanno titolato 'La fine degli antibiotici, punto interrogativo?' " dice il Dott. Arjun Srinivasan "Beh, ora direi che potremmo cambiare il titolo in 'La fine degli antibiotici, punto'.

E in tutto il mondo il numero delle persone che contraggono questi super-batteri sta rapidamente crescendo.

Infatti, in questo momento, 23.000 (7) persone all'anno vengono uccise da questi solo negli USA...

Più di due milioni di persone vengono infettate da germi resistenti alle medicine ogni anno, e 23.000 muoiono a causa dell'infezione, questo è ciò dicevano lunedì gli ispettori sanitari federali. Fino a oggi il più grande killer è il C. difficile, dichiara il Centers for Disease Control and Prevention nella sua prima grande panoramica su questo problema in crescita.

I dottori sono stati avvisati del problema per decenni, tuttavia ancora oggi, la metà delle prescrizioni di antibiotici non sono realmente necessarie, dice il CDC. E tutti questi inutili antibiotici aggravano il problema dei super-batteri.

La maggior parte degli americani non ha mai sentito parlare di questi, ma possono essere estremamente mortali ...

C. difficile è diventato la piaga degli ospedali e l'infezione è spesso resa possibile quando i pazienti sono trattati massicciamente con antibiotici per combattere altre infezioni. Può causare una diarrea incontrollabile e l'ultimo trattamento (8) non prevede neppure antibiotici, ma un trapianto di quelli che vengono chiamati batteri buoni (9), provenienti da pazienti sani.

I CRE sono un gruppo di batteri che resistono persino agli antibiotici più forti. Includono la Klebsiella pneumoniae, che ha visto salire i dati delle sue infezioni del 550 % (10) tra il 2001 e il 2011.

"CRE è un batterio da incubo di cui abbiamo parlato a Marzo, un batterio che può virtualmente resistere a tutti gli antibiotici", dice Frieden.

La Gonorrea può non essere una minaccia immediata per la vita, ma sta sviluppando resistenza alle medicine che venivano usate per curarla senza problemi. I pazienti possono rimanere sterili (11), e, a Gennaio, i ricercatori canadesi han riferito che l'unica pillola rimasta per curare la gonorrea non ha guarito (12) il 7% dei pazienti.

E questa è solamente la punta dell'iceberg. Gli esperti avvisano che presto potremmo vedere, in tutto il pianeta, milioni di persone morire in un anno a causa di questi super-batteri.

E allora perché non sentiamo parlare maggiormente di questo problema?

Perché non viene pubblicizzato pubblicamente?

Alcuni suppongono che qualche governo occidentale sia coinvolto nel tentativo di mettere tutto a tacere. Ad esempio, leggete cosa sta succedendo in Canada ...(13)

Il governo federale sta frenando gli sforzi per controllare i microbi resistenti agli antibiotici, nascondendo nei cassetti i rapporti sui batteri che colpiscono e uccidono centinaia di canadesi ogni anno, così dichiarano numerosi dottori.
Gli esperti di malattie infettive dicono che Ottawa sta trattando i rapporti sulla sorveglianza microbica nazionale come "documenti governativi sensibili". E i dottori sono così esasperati, che stanno diffondendo, sui propri siti web, i dati che riescono a ottenere.
"Altrimenti, ci vorranno anni prima di poterli vedere sui siti web federali", dice il Dr. Mark Joffe, presidente della Association of Medical Microbiology and Infectious Disease Canada (AMMI), che rappresenta medici, clinici microbiologi e ricercatori.

Quale sarà la ragione che porta a questo?

Cercano di evitare il panico?

O c'è un motivo più sinistro?

A questo punto, questa è una crisi che andrà sempre peggiorando con l'avanzare del tempo.

I super batteri resistenti agli antibiotici si stanno diffondendo rapidamente e stanno diventando più forti.

Nel frattempo, gli scienziati in tutto il mondo ci dicono che non c'è nulla che possano fare.

L'era degli antibiotici è finita, e nessuno sa di sicuro che cosa accadrà.

Michael Snyder
Fonte: http://endoftheamericandream.com
Link: http://endoftheamericandream.com/archives/scientists-we-cant-do-anything-about-the-antibiotic-resistant-superbugs-that-will-soon-kill-millions-of-us
19.11.2013

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ANDROMEDA NURELF

1) http://www.independent.co.uk/life-style/health-and-families/health-news/superbugs-could-erase-a-century-of-medical-advances-experts-warn-8944617.html
2) http://www.naturalnews.com/039425_gram-negative_superbugs_antibiotics.html
3) http://www.theguardian.com/society/2013/mar/11/superbugs-antibiotics-bacterial-diseases-infections
4) http://www.independent.co.uk/life-style/health-and-families/health-news/superbugs-could-erase-a-century-of-medical-advances-experts-warn-8944617.html
5) http://www.npr.org/2013/10/22/239247134/antibiotics-cant-keep-up-with-nightmare-superbugs
6) http://www.dailymail.co.uk/news/article-2477273/Weve-reached-end-antibiotics-Top-CDC-expert-declares-miracle-drugs-saved-millions-match-superbugs-people-overmedicated-themselves.html
7) http://www.nbcnews.com/health/more-23-000-killed-superbugs-us-each-year-cdc-says-8C11167661
8) http://www.nbcnews.com/health/sounds-gross-works-great-fecal-transplants-cure-nasty-c-diff-1C6436545
9) http://www.nbcnews.com/health/fecal-transplant-mom-cures-ailing-toddler-1C6600023
10) http://www.nbcnews.com/health/more-bad-news-about-nightmare-bacteria-cdc-says-1C8701174
11) http://www.nbcnews.com/health/settle-down-no-sex-superbug-us-despite-reports-6C9802756
12) http://www.nbcnews.com/health/untreatable-gonorrhea-threat-rises-u-s-canada-1B7898279
13) http://news.nationalpost.com/2013/11/17/ottawa-blocking-information-on-antibiotic-resistant-superbugs-infecting-thousands-of-canadians-each-year-scientists-say/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+NP_Top_Stories+%28National+Post+-+Top+Stories%29


Allarme batteri super resistenti ad antibiotici

tratto da: http://medicinaeprevenzione.paginemediche.it/

Boston - Esplode il problema dei batteri resistenti agli antibiotici.

Se prima la questione riguardava solo i reparti ospedalieri, in particolare le unita' di terapia intensiva, ormai questi microrganismi contro cui ci troviamo disarmati sono usciti dalle mura dei nosocomi.

Un primo allarme e' stato lanciato da CDC di Atlanta qualche mese fa, con la segnalazione della morte di sei bambini, colpiti da una di queste micidiali infezioni (in particolare da MRSA, stafilococco aureo resistente alla meticillina): nessuno di loro si era neppure avvicinato a un ospedale. Un secondo richiamo e' stato fatto dallo stesso ente statunitense riguardo alla crescente difficolta' di trattare pazienti con intossicazioni alimentari da salmonella, anche questo batterio reso resistente dall'uso esteso di antibiotici negli allevamenti: ceppi multiresistenti sono passati in Thailandia dai polli all'uomo e si stanno diffondendo in occidente attraverso i cibi importati dal paese osientale. Streptococchi ed enterococchi gia' da anni stanno affilando le armi.

Un editoriale di BMJ ha messo in guardia che anche il Clostridio difficile, un germe sensibile a due soli antibiotici e tipicamente relegato agli ospedali, e' ormai diffuso all'esterno. JAMA affronta questa settimana la questione con due articoli: il primo e' per esteso il lavoro su cui si basava l'annuncio dei CDC: nel periodo tra luglio 204 e dicembre 2005, nei novi siti di rilevamento considerati sono stati individuati quasi 9.000 casi di infezione da MRSA, che hanno provocato quasi 1600 morti in ospedale: estrapolando questo dato a tutti gli Stati Uniti, si calcola che i casi di infezione nel 2005 siano stati quasi 95.000 e che abbiano provocato piu' di 18.600 vittime. Sullo stesso numero si segnala l'emergnza di un ceppo di pneumococchi responsabili di otiti nei bambini che non solo non rispondono agli antibiotici, ma la cui infezione non si puo' neppure prevenire con l'attuale vaccino antipneumococcico


in Europa raddoppiati batteri resistenti ad antibiotici

tratto da: http://www.laboratoriopoliziademocratica.it/

17 Novembre 2011

SALUTE: in Europa raddoppiati batteri resistenti ad antibiotici =
(AGI/REUTERS) - Londra, 17 nov. - L'Europa e' nella morsa dei
super-batteri resistenti agli antibiotici. L'allarme arriva
dall'European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC),
che esegue il monitoraggio delle malattie in ambito Ue": i
superbatteri -batteri multi-farmaco resistenti, battezzati
anche 'superbugs'- in grado di eludere anche i piu' potenti
antibiotici stanno aumentando, con tassi di resistenza ai
farmaci che, in un tipo di batterio, arrivano al 50 per cento
nei Paesi piu' colpiti.
"C'e' bisogno di dichiarare una guerra, una guerra contro
questi batteri", ha affermato il direttore Marc Sprenger. "Se
non lo facciamo, ci prenderemo un sacco di infezioni e i
pazienti piu' vulnerabili si ammaleranno ancora piu' gravemente
e non avremo gli antibiotici per curarli".
In tutta la regione europea, il tasso di resistenza agli
antibiotici di ultima generazione da parte della cosiddetta
Klebsiella Pneumoniae e' piu' che raddoppiato (15% rispetto al
7% di cinque anni fa). "E quel che e' piu' preoccupante e' che
c'e' una grande diversita' tra i diversi Paesi in Europa, e in
qualche Paese c'e' una resistenza di quasi il 50%". La
K.Pneumoniae e' la causa comune della polmonite, delle
infezioni alle vie urinarie e delle infezioni al sangue nei
pazienti ospedalieri. Il 'superbug' e' resistente anche a una
classe di farmaci chiamati carbapenemici, gli antibiotici piu'
potenti conosciuti, che sono di solito considerati dai medici
l'ultima linea di difesa. Secondo l'ECDC, diversi Stati membri
stanno segnalando che tra il 15 e il 50% delle K.Pneumoniae da
infezioni del flusso sanguigno sono resistenti ai
carbapenemici.
La resistenza agli antibiotici e' in larga misura scatenata
dall'uso improprio e dall'abuso di antibiotici, i quali
incoraggiano i batteri a sviluppare nuovi modi per combatterli.
Gli esperti sostengono che in parte sono responsabili i medici
di base che prescrivono antibiotici ai pazienti che li chiedono
senza averne bisogno; in parte sono gli stessi ospedali ad
abusarne. "Il 50 per cento dell'uso di tutti gli antibiotici
negli ospedali puo' essere inappropriato", sostiene l'ECDC,
esortando ad un uso piu' consapevole. Nelle stesso tempo, ci
sono solo pochi nuovi antibiotici all'orizzonte e gli esperti
sono preoccupati dal fatto che solo alcune grandi aziende
farmaceutiche (GlaxoSmithKline e AstraZeneca) hanno forti
programmi di ricerca e sviluppo degli antibiotici. (AGI)
Bia


Altroconsumo: Batteri resistenti agli antibiotici
nell'84% di carne di pollo

tratto da: http://www.primapaginanews.it/

Roma - 24 set (Prima Pagina News) Alcuni batteri possono sviluppare un pericoloso meccanismo di resistenza agli antibiotici, usati in quantità massicce anche negli allevamenti di animali. Con la diffusione di batteri resistenti, percorrendo la catena alimentare dagli allevamenti sino alla tavola, il rischio è che gli antibiotici perdano il loro effetto curativo anche negli uomini. I risultati dell’inchiesta di Altroconsumo dimostrano la gravità del fenomeno nel settore. Il test: analizzati a livello europeo 250 campioni di petti di pollo per valutare la presenza di batteri (famiglia Enterobatteriacea) più inclini di altri a sviluppare un meccanismo di resistenza agli antibiotici. Trovati E. Coli resistenti nell'84% dei 45 campioni comprati in Italia, a Milano e a Roma. Segnalati i risultati al ministero della Salute. In seguito al trattamento degli animali con antibiotici, usati per cura delle malattie, i batteri che vivono nel loro tratto gastrointestinale possono diventare resistenti al farmaco e contaminare il cibo e l'ambiente. Non necessariamente questi microrganismi possono farci ammalare, il vero problema è che possono trasmettere il loro meccanismo di resistenza ad altri batteri presenti nel nostro organismo: senza seri provvedimenti, dunque, - che ne limitino l'uso negli allevamenti - gli antibiotici potrebbero, tra una decina di anni, non riuscire a sconfiggere la maggior parte dei batteri, anche negli uomini. I risultati del test dimostrano che il problema della resistenza agli antibiotici è molto diffuso ed è strettamente legato al tema della sicurezza alimentare: occorre migliorare il monitoraggio dell'uso di questi medicinali in ambito veterinario con sistemi di sorveglianza più severi. Serve un sistema che lavori maggiormente sulla prevenzione delle malattie animali, per ridurre la necessità di usare gli antibiotici. Non solo: visto i rischi per l'uomo, sarebbe opportuno conservare una classe di antibiotici da usare solo per gli animali e non per le persone, in modo da limitare i danni. Queste le richieste girate al ministero della Salute da cui ci si aspetta interventi chiari e maggiore informazione ai consumatori. Affinché gli antibiotici continuino a essere efficaci è utile adottare alcune precauzioni, agendo su due fronti: il corretto uso di antibiotici quando ci si cura e l'igiene in cucina. I consigli di Altroconsumo: •Solo il medico può decidere se prescrivere un antibiotico. Se ne hai in casa, non prenderlo senza il suo parere. •Se prescritto, assumilo per il periodo indicato e agli orari prestabiliti. •Se hai dimenticato di prendere una dose di antibiotico, assumi subito la successiva, ma mai una dose doppia. •Non interrompere la cura antibiotica troppo presto, magari solo perché sono scomparsi i sintomi: potrebbero essere stati eliminati solo i batteri meno resistenti. •In cucina lavati bene le mani, prima e dopo aver toccato il cibo. •L'unico modo efficace di uccidere i microrganismi è cuocere bene la carne: al centro deve raggiungere una temperatura di almeno 70 °C. •Lava posate, stoviglie e superfici che sono state a contatto con la carne cruda. •Non mettere mai la carne cotta nello stesso piatto in cui l'avevi appoggiata cruda e, anche in frigo, separa gli alimenti crudi da quelli cotti.


(PPN) 24 set  2013

{jcomments on}

Sirius


Coloro che cercano, cerchino finché troveranno.
Quando troveranno, resteranno turbati.
Quando saranno turbati si stupiranno, e regneranno su tutto.

 

Vota questo sito in Net-Parade

 

10000 punti ottenuti

Sito d'argento

Ti piace questo sito?
Sostienilo con un voto.
Puoi votare più volte!


 

web counter