Il sito usa cookie tecnici per il suo funzionamento. Da questo sito, a tua scelta puoi usare servizi di terze parti che potrebbero fare uso di cookie propri. Continuando nella visita accetti l'utilizzo dei cookie.

Cerca in Astronave

Canale Video Pegasus

Solo Risvegliandoci...

"E' in corso uno sforzo concentrato per prevedere e gestire il comportamento umano in modo che gli scienziati sociali e l'elite dittatoriale possano essere in grado di controllare le masse e proteggersi dalle ricadute di un'umanità libera completamente risvegliata. Solo risvegliandoci ai loro tentativi di metterci a dormire noi abbiamo una possibilità di preservare il nostro libero arbitrio."
Nicholas West


Scie Chimiche

Chi ci avvelena dal cielo?

Giù le mani dalla Madre Terra

 

Giù le mani dalla
Madre Terra

Questa è una campagna globale per
difendere la nostra casa unica e bellissima,
Pianeta Terra, la minaccia rappresentata
dagli esperimenti di geo-ingegneria


RSOE EDIS - MAPPA

Usa, esperimento militare “inganna” i radar meteo e piovono filamenti bianchi

Usa, esperimento militare
“inganna” i radar meteo e piovono filamenti bianchi
-------
LE SCIE CHIMICHE - QUALI VELENI CI FANNO RESPIRARE?

tratto da: http://blogeko.iljournal.it

Ma cosa capita sulle nostre teste? La storia è un filino da incubo, ma le fonti sono blasonate e affidabili. In sintesi: radar meteorologici hanno segnalato un persistente temporale su una cittadina dell’Alabama (foto) mentre invece il cielo era pressochè sereno e non cadeva una goccia di pioggia.

Un meteorologo professionista è andato a fondo della sconcertante anomalia e ha appurato che i radar erano stati “ingannati” da un esperimento militare. In seguito a questo esperimento – aggiungono altre blasonate fonti – si sono trovate al suolo filamenti biancastri simili a capelli o ciuffi di pelo; l’esercitazione aveva lo scopo di mettere a punto una tecnica per “accecare” i radar nemici.

 

Se poi volete speculare su cadute di filamenti biancastri recentemente segnalate in varie parti d’Italia, sappiate che io fin lì non mi spingo, perchè per tracciare un parallelo con quanto è avvenuto in Alabama manca – a quanto mi risulta – almeno un radar meteorologico che segnala temporale mentre il cielo è sereno.

La storia è venuta fuori ieri attraverso la prestigiosa testata scientifica americana Live Science. Pur senza spingersi troppo in dettagli, Live Science riferisce che il meteorologo Matthew Havin di Baron Services ha individuato con certezza in un esperimento militare la causa dell’ “anomalia” che molto aveva fatto rumoreggiare il web e che era stata notata dalla stessa Baron Services sui cieli di Huntsville, in Alabama: il 4 giugno il radar meteo di Baron Services segnalava un forte e persistente temporale in atto ad Huntsville. Invece il cielo era sereno o poco nuvoloso.

Fin qui – e solo fin qui – le notizie diffuse da Live Science. Altre testate hanno cercato di andare oltre. La più accurata e la più dotata di buoni link a sostegno delle sue affermazioni mi sembra Geekquinox. Cita innanzitutto un tweet con cui, il 5 giugno, il gruppo che si occupa di maltempo all’Università dell’Arizona (mica l’ufologo di quartiere…) ha diffuso la foto di filamenti bianchi trovati sparsi al suolo.

Inoltre Geekquinox richiama un comunicato stampa del Redston Arsenal dell’Alabama, che fa parte dell’esercito statunitense: non ne non ho trovato l’originale on line ma ne esistono brani coincidenti ripresi da media locali. Con quel comunicato stampa il Redston Arsenal disse che proprio il 4 giugno – il giorno del temporale fantasma su Huntsville – si era svolta un’esercitazione di routine relativa al chaff, letteralmente “pula”, particelle rifrangenti studiate affinchè gli aerei non vengano individuati dai radar nemici.

Geekquinox aggiunge che il “chaff” in realtà è un sistema difensivo per interferire con i missili nemici guidati dal radar facendo sì che non colpiscano l’obiettivo. Dopo di che tira le sue conclusioni: il 4 giugno era una giornata senza vento, una gran quantità di “chaff” è stata sparsa sul cielo di Huntsville ed è apparsa sui radar meteo come se fosse la pioggia dell’inesistente temporale.

E’ una conclusione che non sembra priva di logica. Il fatto certo – ribadisco – è solo che il 4 giugno il radar meteo fu “ingannato” da un esperimento militare e indicò la presenza di un temporale a Huntsville mentre invece non pioveva ed il cielo era praticamente sereno.

Se poi volete sapere dei più recenti filamenti caduti sulle città italiane, non c’è che l’imbarazzo della scelta: in Abruzzo, in Toscana (dove sono stati attribuiti all’inquinamento o a ragni migratori), in Lazio, dove sono stati identificati come ragnatele. Ripeto: io non mi spingo un passo più in là.


LE SCIE CHIMICHE - QUALI VELENI CI FANNO RESPIRARE?


 

Pubblicato Amministratore Guidolin in data 23/ott/2013

Comune di Resana
Incontro sul tema

 


La geoingegneria clandestina sta annientando l'ozonosfera

tratto da: http://www.tankerenemy.com/

 

Spesso si ripete che gli UVB sono solo una componente minore della radiazione solare complessiva: ora sappiamo che questa asserzione è lontana dalla verità. Recenti misurazioni dimostrano un aumento esponenziale dei raggi UVB. Grazie alla loro notevole energia, questi raggi possono causare sensibili danni biologici alla flora, alla fauna ed agli esseri umani. Sono stati pubblicati numerosi studi referati: tali ricerche confermano l'incremento dei raggi UVB che colpiscono il nostro pianeta.

Secondo le agenzie come il W.H.O., (World Health Organization, Organizzazione mondiale per la sanità, n.d.t.) ed una lunga lista di altre fonti governative, come il N.O.A.A. (National Oceanic and Atmospheric Administration), non più del 5% del totale dei raggi UV che raggiunge la superficie della Terra dovrebbe essere composto da UVB . L'altro 95% dovrebbe coincidere con i raggi UVA. Queste agenzie continuano ad affermare che la percentuale degli UVC dovrebbe essere pari a zero.

Che cosa è accaduto?

Gli UVB - la forma più letale di radiazioni UV - toccano ora quasi il 70% del totale dei raggi ultravioletti che attingono la superficie del nostro pianeta. Almeno questo è il caso della California settentrionale dove la vegetazione risulta spesso come "ustionata". Inoltre altri studi hanno costantemente mostrato livelli significativi di UVC che non sono più filtrati dallo strato di ozono.

 

domenica, settembre 03, 2006

La geoingegneria clandestina ed illegale sta lacerando la coltre di ozono. Se le attività chimiche non accenneranno a diminuire o, meglio, se non saranno sospese, l'ozonosfera sarà completamente distrutta, sarà game over per tutti noi. Niente strato di ozono = niente vita sulla Terra. E' un'equazione indefettibile.

E' così semplice. La geoingegneria globale sta strappando l'intero tessuto della vita sul nostro pianeta, sta avvelenando l’aria, l'acqua ed il suolo. Essa sta spingendo i processi atmosferici verso eventi a cascata, con un effetto domino incontrollabile. La guerra climatica interrompe la corrente a getto e compromette i fenomeni meteorologici naturali. Ciò a sua volta alimenta ripercussioni catastrofiche. La geoingegneria sta annichilendo lo schermo che protegge la biosfera dai raggi solari deleteri. Allarmismo? Decidete voi.

La consapevolezza globale circa queste operazioni letali sta crescendo in fretta, ma non abbastanza velocemente. E' un compito di tutti noi contribuire a sensibilizzare i cittadini su una questione di vita o di morte. Ogni giorno conta. Ogni ora è decisiva.

Fonti:

- Geoengineering is destroying the ozone layer
- Il peggioramento degli UV


{jcomments on}

Sirius


Coloro che cercano, cerchino finché troveranno.
Quando troveranno, resteranno turbati.
Quando saranno turbati si stupiranno, e regneranno su tutto.

 

Vota questo sito in Net-Parade

 

10000 punti ottenuti

Sito d'argento

Ti piace questo sito?
Sostienilo con un voto.
Puoi votare più volte!


 

web counter