Il sito usa cookie tecnici per il suo funzionamento. Da questo sito, a tua scelta puoi usare servizi di terze parti che potrebbero fare uso di cookie propri. Continuando nella visita accetti l'utilizzo dei cookie.

Cerca in Astronave

Canale Video Pegasus

Solo Risvegliandoci...

"E' in corso uno sforzo concentrato per prevedere e gestire il comportamento umano in modo che gli scienziati sociali e l'elite dittatoriale possano essere in grado di controllare le masse e proteggersi dalle ricadute di un'umanità libera completamente risvegliata. Solo risvegliandoci ai loro tentativi di metterci a dormire noi abbiamo una possibilità di preservare il nostro libero arbitrio."
Nicholas West


Scie Chimiche

Chi ci avvelena dal cielo?

Giù le mani dalla Madre Terra

 

Giù le mani dalla
Madre Terra

Questa è una campagna globale per
difendere la nostra casa unica e bellissima,
Pianeta Terra, la minaccia rappresentata
dagli esperimenti di geo-ingegneria


RSOE EDIS - MAPPA

"Polvere neurale" per controllare muscoli e nervi

"Polvere neurale" per controllare muscoli e nervi

Tratto da: http://www.ansa.it/ 04 agosto 2016

Minuscoli sensori wireless da impiantare nell'organismo

E' pronta la 'polvere neurale', il primo sensore wireless delle dimensioni di un granello di polvere, che può essere impiantato nell'organismo. E' un risultato che apre la strada alla possibilità di controllare dall'interno muscoli, nervi e protesi. Descritta sulla rivista Neuron, la polvere è stata realizzata dal gruppo coordinato da Michel Maharbiz, e Jose Carmena, dell'università della California a Berkeley.

I mini sensori sono stati impiantati con successo nei muscoli e nei nervi dei ratti e possono essere alimentati con gli ultrasuoni. I dispositivi funzionano infatti grazie a un cristallo piezoelettrico che converte le vibrazioni degli ultrasuoni in energia elettrica, destinata ad alimentare un piccolo transistor.

L'esperimento, secondo gli autori, apre le porte anche alla possibilità di trattare, attraverso impulsi elettrici emessi dai sensori, malattie come l'epilessia, oppure di stimolare, sempre con gli impulsi elettrici, il sistema immunitario per bloccare le infiammazioni. In prospettiva il prossimo passo sarà miniaturizzare ancora di più i sensori, fino a ridurli alla metà del diametro di un capello umano. Solo in questo modo potranno essere impiantati nel cervello per registrare continuamente la sua attività elettrica e per curare l'epilessia, senza usare elettrodi collegati a fili.

Secondo Maharbiz le prospettive a lungo termine potrebbero essere ancora più ampie: ''finora - ha detto - non è mai stato possibile avere accesso ai dati del corpo umano catturati costantemente dall'interno''. In futuro questi sensori wireless potrebbero essere sistemati accanto a un nervo, a un muscolo o a un organo per registrane l'attività, trasmettendo le informazioni a un dispositivo esterno.


Gli esseri umani controllati a distanza tramite Internet ormai una realtà

tratto da: http://falsotracciato.blogspot.it

Ogni giorno sembra portare nuove rivelazioni nel settore delle neuroscienze . Il progetto BRAIN di Obama  sembra essere arrivato alla conclusione.

Proprio nell'ultimo mese è stato appreso che gli scienziati hanno lavorato su "polvere neurale" per creare un percorso telecomandato verso il cervello, e che questi ultimi  hanno avuto successo impiantando falsi ricordi nei topi . Questo è stato osservato da un esperimento di Harvard che ha permesso ad un essere umano di controllare in maniera remota un mouse solamente con il pensiero.

E così il livello successivo è già stato raggiunto: gli esseri umani telecomandati ... tramite Internet.

Recentemente è stato documentato il rilascio di un programma di controllo mentale DARPA segreto presso l'Arizona State University. Parte di questa ricerca è stata focalizzata in particolare sul tentativo di replicare attraverso il linguaggio gli stessi risultati ottenuti con la stimolazione magnetica transcranica, che è un modo di controllare direttamente i movimenti, la parola, e la percezione della realtà attraverso onde elettromagnetiche finalizzate alla corteccia cerebrale.  Chiaramente c'è la volontà di continuare le ricerche, ma finora, la possibilità di controllare a distanza un oggetto da una distanza con la mente da sola è stata limitata a video games , droni , e il mouse di cui sopra. Tuttavia, come si può vedere nel video qui sotto, è stato stabilito un collegamento remoto da uomo a uomo. Un ricercatore è stato in grado di controllare i movimenti della mano di una persona tramite  la "rete di cervelli" in un edificio completamente diverso:

Come è tipico, i ricercatori stanno minimizzando la tecnologia  sottolineando che questo tipo di stimolazione è possibile solo attraverso partecipanti consenzienti. Con le nanotecnologie come quella usata in polvere neurale, una via può facilmente essere aperta in modo non invasivo (o nascosto), e il controllo può essere realizzato in modalità wireless. Julie Beal ha ipotizzato che forse questo tipo di controllo senza fili sopra il cervello di un altro essere umano ha contribuito alle strane "cortocircuiti" che sono stati visti in molti giornalisti .  Ciò che una volta era la più pazza delle cospirazioni è ormai entrata nel ciclo delle notizie quotidiane. E c'è di più:

"Internet è stato un modo per collegare i computer, e ora può essere un modo per collegare il cervello", ha detto il ricercatore Andrea Stocco, assistente professore di psicologia presso l'Università di Washington  osservando che il suo studio ha gestito "un flusso unidirezionale di informazioni."
"Il prossimo passo è avere una più equa conversazione bidirezionale direttamente tra i due cervelli".

Il futuro è adesso, tutto ciò che rimane da risolvere è se le considerazioni etiche si evolveranno con la tecnologia, o saranno semplicemente ignorate del tutto.

fonte

 


USA, progetto polvere neurale: per leggere e controllare i pensieri umani


 

Dalla Berkeley University il progetto "polvere neurale". I microchips cerebrali finanziati dal governo USA, potranno leggere e controllare i pensieri della gente.

 

 

Traduco nel seguito un articolo del 17 luglio 2015 (non del 3015...), di Ethan A. Huff su Naturalnews.com, dedicato particolarmente a coloro che ancora credono che certi temi siano solo da svalvolati complottari o "cospirazionisti".

 

I buonisti, i "pensiero positivi" e quelli che "la scienza è una conquista della nostra civiltà", vorranno credere che sarà una invenzione benefica per "curare" disagi e malattie. Questo è ovviamente lo slogan che la neolingua orwelliana sdogana costantemente. 

 

--------------------------------------

 

(NaturalNews) Il culto della  "scienza" ha un feticcio: cercare di amalgamare l'umanità con la macchina e l'ultima sua impresa verso questa acquisizione, ha preso la forma  di una tecnologia emergente, quella dell'impianto cerebrale che renderebbe gli esseri umani parte computer e parte carne ed ossa.

 

Dei ricercatori della Berkeley University (UCB) di California, se ne sono usciti con un concetto definito "polvere neurale " : dicono possa venire impiantata nel cervelli della gente allo scopo di raccogliere dati. Pare che tale tecnologia sia cosi piccola che gli umani non saprebbero nemmeno di averla nella loro testa.

 

Usando uno speciale apparato di cavi, la polvere neuronale puo' essere immersa nella corteccia cerebrale dell'individuo - cosi dicono gli scienziati-  dove resterebbe  incorporata ("embedded") a tempo indefinito. Dal momento che viene alimentata da speciali materiali piezoelettrici, questa polvere  non avrebbe bisogno di essere ricaricata...che significa che una volta che lì è...li sta. 

 

Secondo dei resoconti sul tema, questa polvere neurale contiene un semiconduttore complementare di ossido metallico (CMOS) che le permette di tracciare e monitorare l'attività cerebrale del soggetto. Una volta raggruppati questi dati, la polvere li trasmette ad uno speciale trasmettitore installato nel cuoio capelluto della persona.

Ecco come il The Wall Street Journal (WSJ) descrive la tecnologia:

 

"Migliaia di microsensori biologicamente neutri, nell'ordine di un decimo di millimetro (approssimativamente dello spessore di un capello umano), convertono cosi i segnali elettrici in ultrasuoni che possono essere letti fuori dal cervello"

 

I microchip cerebrali finanziati dal governo USA, leggeranno e controlleranno i pensieri della gente

 

Dunque, quale lo scopo di una tecnologia cosi invasiva? Il team che se n'è uscito con questa idea afferma che la polvere neurale potrebbe essere usata per trattare con maggior agio malattie croniche e “gravi disabilità”. Questa è spesso la scusa collegata ai progetti alchemici sulla macchina umana: per aiutare la gente! [ che altro?]

 

L’altra faccia della medaglia: tali impianti cranici microscopici offrono una via a entità nefande, per entrare letteralmente nella mente degli umani, forse senza essere intercettate e possono tracciare i loro pensieri e comportamenti.

 

Questo è sempre piu’ uno scenario da “ marchio della bestia” per il nostro cervello, cosa che potrebbe persino permettere ai governi di controllare le menti degli umani

 

Prima di buttare nella spazzatura il tutto relegandolo alla categoria “cospirazioni” , si consideri il fatto che l’esercito americano ha apertamente ammesso di finanziare progetti che riguardano la computerizzazione cerebrale, in grado di controllare i pensieri e le emozioni della gente

Anche Jose Carmena, un professore della UCB (di cui sopra), lavorò sul progetto polvere neurale e aiuto’ a dirigerlo.
Un ritmo di 70 milioni di dollari… che l’esercito americano ha dato in finanziamento per la ricerca su impianti ad elettrodi che potrebbero essere istallati nei cervelli della gente sia per leggere che controllare le loro emozioni.

Di nuovo, la motivazioni fu per “aiutare le persone malate mentalmente“ a guarire dai loro demoni e dipendenze.

    "Immaginate di avere una dipendenza da alcol o di avere spasmodici desideri di qualcosa”, aveva affermato il prof. Carmena nella MIT Technology Review [revisione tecnologica all’Istituto di tecnologia del Massachussets]. "Potremmo intercettare quello stato d’animo e dare degli stimoli quindi all’interno del cervello per evitare che accada”.

 

L’iniziativa "CERVELLO” di Obama è una spinta all’agenda governativa del controllo mentale.

 

Entrambi i progetti sono in linea con l’iniziativa di regime di Obama, la "BRAIN Initiative" (iniziativa CERVELLO) un cosiddetto programma di “mappatura cerebrale” che viene attivamente finanziato dal National Institutes of Health (NIH.- Istituto Nazionale della Salute), dalla National Science Foundation (NSF- Fondazione Nazionale per le Scienze) e dal Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA- Agenzia per Progetti di Ricerca Avanzati della Difesa)

 

Il programma è stato etichettato come sistema di “supporto” per quei veterani e combattenti di guerra che sono stati lesi, ma altri in questo riconoscono un tentativo di controllo mentale totalitario.

 

"La nostra generazione è andata oltre la fantascienza," scrisse sul New York Times (NYT) l’editorialista William Safire nel 2002, mettendo in guardia persino allora, sui pericoli di questa tecnologia emergente.

 

" Cosi come abbiamo antidepressivi oggi per elevare il livello dell’umore, domani possiamo aspettarci una sorta di Botox per il cervello per ammorbidire temperamenti rugosi, per trasformare i timidi in estroversi oppure per conferire senso dell’umorismo ad un lagnoso nato. Ma che prezzo pagherà la natura umana per questi artifici non umani? Che farà questo appiattimento della differenze mentali e fisiche degli esseri umani, accompagnato da una forzata sistemazione di disadattamenti mentali, sulla diversità della personalità, che rende le dinamiche interpersonali cosi affascinanti? “

 

fonte: http://www.naturalnews.com/050440_brain_implants_mind_control_transhumanism.html#ixzz3gHlyQXSS

 

traduzione: Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sirius


Coloro che cercano, cerchino finché troveranno.
Quando troveranno, resteranno turbati.
Quando saranno turbati si stupiranno, e regneranno su tutto.

 

Vota questo sito in Net-Parade

 

10000 punti ottenuti

Sito d'argento

Ti piace questo sito?
Sostienilo con un voto.
Puoi votare più volte!


 

web counter