Il sito usa cookie tecnici per il suo funzionamento. Da questo sito, a tua scelta puoi usare servizi di terze parti che potrebbero fare uso di cookie propri. Continuando nella visita accetti l'utilizzo dei cookie.

Cerca in Astronave

Canale Video Pegasus

Solo Risvegliandoci...

"E' in corso uno sforzo concentrato per prevedere e gestire il comportamento umano in modo che gli scienziati sociali e l'elite dittatoriale possano essere in grado di controllare le masse e proteggersi dalle ricadute di un'umanità libera completamente risvegliata. Solo risvegliandoci ai loro tentativi di metterci a dormire noi abbiamo una possibilità di preservare il nostro libero arbitrio."
Nicholas West


Scie Chimiche

Chi ci avvelena dal cielo?

Giù le mani dalla Madre Terra

 

Giù le mani dalla
Madre Terra

Questa è una campagna globale per
difendere la nostra casa unica e bellissima,
Pianeta Terra, la minaccia rappresentata
dagli esperimenti di geo-ingegneria


RSOE EDIS - MAPPA

La Natura è Dio, Dio è la Natura la spiritualità dei nativi nord-americani

La Natura è Dio, Dio è la Natura
la spiritualità dei nativi nord-americani

http://www.scuolamediabramante.it/yesIcan/wp-content/uploads/2010/12/indiano.jpg

tratto da: http://scienzamarcia.blogspot.com/
"Le colline sono la nostra chiesa, i fiumi e il vento, gli alberi e tutte le cose viventi sono la nostra Bibbia.
La Natura è Dio, Dio è la Natura; tutta la nostra vita, il nostro governo, la nostra religione derivano dalla contemplazione di queste cose. "

Frank Fools Crow

La spiritualità di alcuni popoli nativi conserva tesori di saggezza, e credo proprio che il recupero di un certo tipo di concezione del sacro (sacralità della vita, della natura, dello spirito) sia essenziale per resistere all’ opera di distruzione dei Grandi Criminali che si adoperano per la realizzazione del Nuovo Ordine Mondiale.

È per questo probabilmente che le culture dei nativi (pellirosse, aborigeni, indigeni dell’Amazzonia etc.) sono sotto attacco. Non credo sia un effetto collaterale dello sfruttamento capitalistico e della brama di ricchezze dell’uomo bianco, ma credo sia intenzionale. Se l’uomo recuperasse una spiritualità autentica, slegata dai dogmi delle varie religioni, ci sarebbe un risveglio ed una rivolta contro l’avvelenamento e la distruzione continua ed intenzionale della nostra Madre Terra.

E adesso vi lascio al discorso che il capo Seattle, della tribù Suquamish, pronunciò nel 1854 di fronte al al Governatore e Commissario per gli Affari Indiani nel Territorio di Washington, Isaac Stevens.

"Ogni parte di questa terra è sacra per la mia gente. Ogni splendente ago di pino, ogni spiaggia sabbiosa, la bruma delle scure foreste, ogni radura e ogni insetto ronzante sono sacri nella memoria e nelle esperienze della mia gente... I fiori profumati sono le nostre sorelle; il daino, il cavallo, la grande aquila, questi sono i nostri fratelli. Le creste rocciose, le essenze delle praterie, l'impeto del puledro e l'uomo, tutto appartiene alla stessa fami­glia... L'acqua scintillante che scorre nei ruscelli e nei fiumi non è solo acqua, ma il sangue dei nostri antenati. Se noi venderemo la nostra terra, voi dovete ricordare che essa è sacra e dovete inse­gnare ai vostri bambini che essa è sacra e che ogni riflesso spet­trale nell'acqua chiara ci narra gli eventi e i ricordi della vita della mia gente. Il mormorio dell'acqua è la voce del padre di mio padre... Noi sappiamo che l'uomo bianco non capisce il nostro modo di vivere. Per lui, una parte di terra è uguale all'altra, dato che è uno straniero che giunge di notte e prende dalla terra qual­siasi cosa gli serve. La terra non è sua sorella, ma sua nemica, e quando l'ha conquistata, se ne va... Tratta sua madre, la terra, e suo fratello, il cielo, come oggetti da comprare, da saccheggiare, da vendere come pecore o collane lucenti. Il suo appetito divore­rà la terra e si lascerà alle spalle solo il deserto... Io sono un sel­vaggio e non capisco altri modi di vivere. Ho visto migliaia di bisonti imputridire nella prateria, uccisi dall'uomo bianco che ha sparato loro da un treno in corsa. Io sono un selvaggio e non capi­sco come il cavallo d'acciaio che sputa fumo possa essere più importante del bisonte che noi uccidiamo solo per sopravvivere. Cos'è l'uomo senza le bestie? Se tutti gli animali fossero scompar­si, l'uomo morirebbe per la grande solitudine di spirito. Infatti, qualsiasi cosa succeda agli animali, presto accade anche all'uomo. Tutte le cose sono legate tra loro... Noi sappiamo questo: la terra non appartiene all'uomo; l'uomo appartiene alla terra. Noi sap­piamo questo: tutte le cose sono collegate, come il sangue che unisce una famiglia. Tutte le cose sono unite tra loro. Qualsiasi cosa accada alla terra, accade ai figli della terra. L'uomo non ha tessu­to la stoffa della vita, è solo un filo in essa. Qualsiasi cosa lui fac­cia alla stoffa, la fa a se stesso."

Sirius


Coloro che cercano, cerchino finché troveranno.
Quando troveranno, resteranno turbati.
Quando saranno turbati si stupiranno, e regneranno su tutto.

 

Vota questo sito in Net-Parade

 

10000 punti ottenuti

Sito d'argento

Ti piace questo sito?
Sostienilo con un voto.
Puoi votare più volte!


 

web counter